Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 21/10/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
MEDITAZIONE E RICERCA PERSONALE
Grazie alla Biodanza, ciascuno di noi può imparare a vivere una vita più felice
COMUNICAZIONE UMANA E INTELLIGENZA AFFETTIVA
Autore: Ugo Rizzo

La Biodanza non è una danza ma un sistema che usa la musica e il movimento per favorire la comunicazione umana e la conoscenza di se stessi.

È un esperienza che, attraverso il recupero spontaneo dei gesti umani più naturali (incontrarsi, emozionarsi, comunicare) permette di sviluppare il meglio di sé e delle proprie qualità umane.

Cosa si riscopre attraverso la Biodanza

Accettazione, dolcezza, contenimento, sostegno, valorizzazione, entusiasmo, incontro e scambio affettivo con l'altro sono le qualità umane che l’esperienza di Biodanza aiuta a rinnovare nella propria vita.

Ogni esercizio di Biodanza è stato infatti pensato per modificare gli schemi abitualmente tossici con cui ci si relaziona con se stessi e con gli altri e che a lungo andare indeboliscono l'organismo e lo rendono più esposto alle malattie psicosomatiche e al disagio esistenziale

Per questa ragione tutti gli esercizi di Biodanza sono finalizzati a riscattare le migliori qualità del potenziale umano: esprimersi con facilità e spontaneità, sentire con intensità, muoversi con grazia naturale, essere più sensibili, più comunicativi, più sicuri, più intimamente predisposti al coraggio e alla fiducia di vivere.

Le emozioni che creano salute

Biodanza si richiama alle più recenti scoperte della neurofisiologia e alle più recenti teorie della psicologia evolutiva.

Questi nuovi àmbiti di ricerca hanno completamente rivoluzionato il concetto di potenziale umano affermando che il pieno sviluppo di questi avviene soltanto nel momento in cui ciascuna persona recupera il legame con la sua sfera emozionale ed affettiva.

Per questo fattori quali l’empatia, la capacità di dare attenzione agli altri, di vivere e comunicare i sentimenti al di là delle parole, di motivare positivamente sé stessi e di avere una percezione costante e profonda della propria intimità, rappresentano la nuova frontiera del concetto di sviluppo umano.

Il concetto di intelligenza è profondamente cambiato rispetto al passato e questo momento della storia umana è particolarmente importante proprio perché si è finalmente capito che le qualità umane sono infinitamente più importanti della fredda capacità di fare analisi razionali.

La pratica di Biodanza, in perfetta coerenza con questa visione evoluta del potenziale umano, ne favorisce lo sviluppo e la crescita attraverso il risveglio delle emozioni più integranti e salutari per la psicologia e la fisiologia umana : allegria, serenità, tenerezza, sensualità, impeto, coraggio, intimità, piacere di essere.

Aspetti neurofisiologici del sistema Biodanza

Partendo dall’evidenza scientifica che tutte le emozioni modificano permanentemente le soglie di risposta neuroendocrina dell’ipotalamo cerebrale, si può facilmente capire come le emozioni, nel momento stesso del loro apparire in noi provochino degli immediati cambiamenti nel tasso di ormoni e neurotrasmettitori che, a loro volta, influenzano profondamente l’intera attività organica.

La proposta di Biodanza è che attivando armonicamente questa regione limbico-ipotalamica attraverso stimoli emozionali istintivi e affettivi originati da momenti di vita intensamente vissuti, si modificano le soglie di risposta neuro-vegetativa ed i tassi dei neurotrasmettitori, arrivando così a potenziare tutti i meccanismi di autoregolazione viscerale bloccati dallo stress, dall’ansia e dalla paura di vivere.

A partire da questo principio, gli esercizi di Biodanza sono stati pensati e verificati per aumentare l’equilibrio organico e l’autoregolazione viscerale naturale dell’organismo attraverso “esperienze integratrici” finalizzate a stimolare le emozioni che più di tutte hanno la capacità di portare salute all’interno del nostro organismo: allegria, serenità, tenerezza, gioia di vivere, sensualità, coraggio, comunicazione sensibile, intimità e fiducia in sé stessi.

Le conseguenza di queste emozioni sui centri di regolazione dell’organismo crea una salute vera e profonda le cui radici affondano direttamente nei principi biologici più funzionali all’espressione della Vita.

Come si pratica

È fondamentale ribadire che Biodanza non è una danza, che non viene insegnanto a danzare, che non occorre essere bravi a muoversi, che non vengono proprosti rigidi modelli di movimento e che non ci si perfeziona imitando l’insegnante.

Biodanza è un nuovo sistema di sviluppo umano che utilizza la musica e il movimento per far riavvicinare le persone e riscoprire loro il calore e la bellezza del piacere di vivere.

Una sessione dura circa due ore, non è assolutamente affaticante ed è rivolta indifferentemente a maschi e femmine.

Tutti gli esercizi sono accompagnati dalla musica.

A volte gli esercizi sono individuali, altre volte in coppia, altre volte coinvolgono tutto il gruppo.

Ogni esercizio è sempre accompagnato da precise spiegazioni esistenziali che ne chiariscono gli scopi e i significati profondi. L’abbigliamento consigliato è comodo e leggero.




dal Dizionario della Medicina naturale:
 Biodanza  




Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.