Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 15/7/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
ANTI-INQUINAMENTO
I pericoli dell'elettrosmog e l'elenco dei disturbi ad esso dovuti
ELETTROSMOG E SALUTE
Autore: Dr. Flavio Gazzola

Tutte le attrezzature elettriche, anche le più banali, nessuna esclusa, sono fonte di inquinamento elettromagnetico.

L’elettrosmog, secondo ricerche cliniche e misurazioni bioelettroniche, influisce sulla creazione di varie patologie quali:

  • sindrome della stanchezza cronica
  • malattie immunitarie, in particolare allergie e malattie autoimmuni
  • malattie del sangue, in particolare piastrinopenie e leucemie dei bambini
  • disturbi della vista
  • malattie neurologiche degenerative, in particolare la sclerosi a placche
  • disturbi sessuali
  • scarsa capacità di studio e di concentrazione.

Per tali motivi è doveroso liberare l’ambiente in cui si vive dall’elettrosmog, essendo attualmente disponibili gli strumenti tecnici per poter realizzare tale obiettivo.

Si è tenuto nel giugno 1998 nel Minnesota un convegno organizzato dalle maggiori autorità sanitarie statunitensi, che ha inserito i campi elettromagnetici fra i possibili agenti cancerogeni, fra i prodotti chimici dannosi e tossici.

In Italia è stata promulgata la legge n. 4816 sulla regolamentazione dell’inquinamento da elettrosmog, e le alterne vicende delle ultime settimane dovute alle iniziative del Ministero dell’Ambiente hanno portato finalmente all’attenzione dell’opinione pubblica più vasta il problema, che esiste e non si può negare.

Occorre che siano messi a disposizione dei cittadini mezzi non costosi per valutare l'inquinamento da elettrosmog e denunciare gli abusi, in base alla legge in vigore.

Un semplice test alla portata di tutti

Dotatevi di un normale multitester elettronico e collegatelo alla presa di terra dell'impianto elettrico (se quest'ultimo è a norma) o al calorifero, con l'aiuto di un piattino di rame, dopo avere scrostato un po’ di vernice per permettere la conducibilità elettrica.

Mettendo la scala sui due volt (corrente alternata) si potranno vedere già i valori indotti dall'impianto elettrico domestico e si potrà evidenziare se l'inquinamento supera tale soglia. La presenza di fonti di inquinamento elettromagnetico può aumentare di molto questo valore.

Valutare la tolleranza personale

Una volta accertato il grado di inquinamento presente nel proprio ambiente, è importante scoprire quanto esso influisca sul nostro corpo.

Con l'impiego dei check-up bioelettronici ho potuto verificare come la capacità di autodifesa del corpo umano possa variare moltissimo da un individuo all'altro e da un periodo all'altro nello stesso individuo.

Nei prossimi numeri della rivista prenderò in considerazione le diverse condizioni riscontrate e i modi per mettere in grado l'organismo di difendersi adeguatamente.





Risorse disponibili:

Semplici accorgimenti per abbassare i rischi

Allontanare dalla testa quando si dorme ogni tipo di utilizzatore elettrico collegato alla rete (radiosveglie, lampadine, ecc.).

Ridurre il più possibile l'esposizione ai campi elettromagnetici in generale.

Particolari categorie professionali (cioè tutti coloro che operano a stretto contatto con macchine elettriche) devono tenere sotto controllo il loro organismo per intervenire in caso di disturbi.

dal Dizionario della Medicina naturale:
 Elettrosmog  




Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.