Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 22/2/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
IL MEDICO RISPONDE
Esito negativo di una operazione
L'artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è un disturbo infiammatorio cronico delle articolazioni, che deriva da focolai infiammatori solitamente localizzati prevalentemente a livello delle arcate dentarie e del sistema linfatico di gola e faringe, nonchè nei seni paranasali.

Si tratta di una sorta di reazione allergica dell’organismo rispetto ad azioni infiammatorie continuative da parte di microrganismi: batteri, virus e funghi. I batteri più attivi in questo senso sono vari ceppi di stafilococchi e streptococchi; i virus sono soprattutto quelli epatitici, l'Epstein Barr o mononucleosi, i citomegalovirus, gli herpes di vario tipo; altri microrganismi che ho trovato implicati sono le clamidie, i funghi, in particolare la candida, e anche parassiti come tenia e ossiuri.

La malattia è peggiorata dall'inquinamento dovuto ai metalli pesanti, come avviene nel caso della presenza di amalgami dentari, in quanto il mercurio (che costituisce il 50% della lega metallica detta "amalgama") e gli altri metalli (argento, rame, zinco, stagno) sono allergizzanti e accentuano le problematiche dell'artrite reumatoide.

Naturalmente anche altre condizioni influiscono sull'evoluzione del disturbo, in particolare il fumo e le infiammazioni digestive e intestinali, sostenute quasi sempre da fenomeni di intolleranze e allergie alimentari.

In conclusione, bisogna rimuovere questi fattori per guarire la malattia. Contrariamente a quanto ritiene la Medicina ufficiale convenzionale, la malattia è guaribile, ma bisogna evitare che si installi per lungo tempo a livello delle articolazioni. La cura più efficace si ottiene utilizzando i check-up bioelettronici (EAV e Ryodoraku in particolare) che consentono di individuare e trattare le cause dirette e indirette della malattia verificando individualmente quali medicamenti impiegare.

Una terapia adeguata dovrebbe comprendere i seguenti rimedi generali:

  • Fermenturto
    1 flaconcino al mattino prima di colazione per 18 giorni. Al termine, continuare con:
  • Enterelle
    1 cps prima di colazione e cena sino ad esaurire la confezione. Al termine, continuare con:
  • Biostrath elisir
    1 cp o un cucchiaio prima di colazione al mattino. Si tratta di un plasmolitato di Streptomyces cerevisiae, dotato di una potente azione tonica e favorente la ricostituzione della flora intestinale.
  • 2L ARTH
    1 capsula da lasciar sciogliere in bocca sotto la lingua al mattino verso le 10 a distanza di almeno un’ora dai pasti. Seguire nell’assunzione l’ordine numerico delle capsule dall’1 al 10 in ciascun blister. Al termine di un blister continuare con il successivo
  • LIVFIT
    1 cp da deglutire possibilmente con un bicchiere di acqua tiepida dopo pranzo e cena
  • KUT&SYLY
    1 cp da deglutire con un sorso d'acqua calda dopo pranzo e cena

Per agire contro le infiammazioni e le allergie si può ricorrere a:

  • Salice bianco
    2 cp a colazione, pranzo e cena. Si tratta di un rimedio dotato di effetto anti-infiammatorio, grazie al contenuto di acido silicico
  • Ribes nigrum
    1 cp a colazione e cena; continuare sino al prossimo controllo. 2 cp a ciascuno dei 3 pasti. Continuare.
  • Nutri Shark
    CArtilagine di squalo: molto utile come supplemento alimentare per tutti i disturbi delle articolazioni;
    1 punta di coltello o 1 cp al mattino a colazione e alla sera a cena. Continuare.

[a cura del Dott. F. Gazzola]




dal Dizionario della Medicina naturale:




Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.