Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 5/12/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
IL MEDICO RISPONDE
Cure alternative per una bambina di 4 anni
Allergia infantile

Bisogna appurare se i genitori – o almeno uno di essi – siano allergici (anche verso altri organi o apparati). In tal caso esiste una predisposizione familiare. Altrimenti la situazione di allergia è indotta da polveri ambientali, da malattie infettive non superate perfettamente o da disturbi otorino-laringoiatrici e gastroenterici ricorrenti o infine, come accade sempre più spesso, dalle vaccinazioni, che, praticate in momenti in cui il bimbo non è pronto, lasciano strascichi importanti. Bisogna tenere conto che con le vaccinazioni si impone su un giovane organismo un carico virale spesso pericoloso, anche se "attenuato" da sostanze antivirali (sostanze dotate di per se stesse di una certa tossicità, come il mercurio e la formalina).

Finché l'asma non è guarita perfettamente, è assai importante che non si pratichi più alcun'altra vaccinazione.

Il problema dell'asma

È chiaro che bisogna tenere a portata di mano degli antiasmatici farmacologici, come il Clenyl spray, per le urgenze. Per quanto riguarda gli esami clinici convenzionali, essi sono purtroppo spesso insufficienti per la valutazione della condizione allergica. I metodi migliori sono bioelettronici, in particolare l'EAV. I metodi di biorisonanza come il MORA, il BICOM o altri, messi a punto negli ultimi anni, sono utili nella desensibilizzazione allergica, con particolari modalità che i professionisti del settore dovrebbero conoscere.

Le polveri contenenti gli acari sono una delle cause più diffuse. Siccome gli acari non sopravvivono sopra i 1200 metri di altitudine dove anche le polveri sono ridotte, sarebbe utile per la bimba un soggiorno di 1 o 2 settimane in montagna.

Un'altra causa di allergie deriva dall'alimentazione, in particolare dal consumo di latte, che va quindi escluso, almeno temporaneamente.

Spesso sono i parassiti ad affliggere i bimbi. Uno dei segni frequenti di parassitosi sono le occhiaie.

Da eseguire sin da subito e sono le inalazioni, per 5 minuti al mattino e 5 minuti alla sera. Le inalazioni sono diverse dall'aerosol e dagli umidificatori con profumi. Svolgono un’azione più profonda e duratura. Utilizzare olio essenziale di eucalipto.

[a cura del Dott. F. Gazzola]








Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.