Home
  NUMERO 47
  aggiornato al 27/11/2014

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
OMEOPATIA
Manuale di pratica omeopatica
Rimedi per il catarro

Il freddo alla testa è tra le cause principali della malattia, che si manifesta con scarico di muco attraverso il naso e la bocca.
Cause — A monte vi è un infezione batterica, che viene attivata da colpi di aria fredda, specialmente quando non ci si copre mentre il corpo si raffredda dopo che si è scaldato, oppure avendo i piedi o i vestiti bagnati si subisce un drastico sbalzo di temperatura.
Sintomi — Di solito comincia con leggeri brividi, un peso alla testa, starnuti, ostruzioni di una od entrambe le narici, fluire di sostanze acquose dagli occhi e dal naso. Può essere un precursore dell’influenza o di malattie più serie ai bronchi o ai polmoni.
Trattamento — Quando acuto, iniziato da secchezza di naso e gola: Canfora tintura madre o D1, quattro gocce su una zolletta di zucchero; se fallisce, allora Aconitum D3, ogni 4 ore. Con starnuti e acqua dal naso: Eufrasia D6. Se gli scarichi acquosi sono acidi: Sanguinaria 6CH. In caso di dolenzia del naso e dei muscoli: Eupatorium perfoliatum. In casi cronici di soggetti deboli: Arsenicum. In pazienti di costituzione mercuriale o sifilitica: Aurum metallicum. Se lo scrico è “filante”, bianco o giallo: Kali bichromicum.

Indicazioni terapeutiche

  • Aconitum
    Primo stadio con febbri. Lacrimazione profusa. Tosse secca e breve da prurito del laringe. Grande irrequietezza.
  • Allium Cepa
    Profuso discarico di materiale acquoso dal naso e dagli occhi, con dolore acuto e starnuti violenti. Tosse laringea che costringe il paziente a tenersi la gola.
  • Arsenicum
    Copiosa corizza. Naso chiuso con bruciore e dolori. Freddo con sete. Irrequietezza.
  • Belladonna
    Mal di testa pulsante. Tosse secca e arida. Gli infanti piangono quando tossiscono. Gola dolorante. Nei primi stadi dell’infiammazione, da alternare con Aconitum nei casi gravi.
  • Bryonia
    Mal di testa che spacca in due. Narici infiammate, con ulcere. Tosse secca. Costipazione.
  • Chamomilla
    Naso libero ma che scarica copiosamente. Tosse umida. Tintinnio in gola. I bambini vogliono essere portati in braccio. Una guancia rossa e calda, l’altra pallida e fredda.
  • Euphrasia
    Discarico profuso da occhi e naso, bruciante e acido. Ulcere sulle palpebre. Mal d’orecchio.
  • Gelsemium
    Mal di gola con dolore che si acutizza deglutendo e si estende alle orecchie. Dolori ai muscoli. Febbre senza sete.
  • Ipecacuanha
    Dolore agli occhi. Scarico dal naso. Perdita dell’odorato. Muco che tintinna nel petto ma che non si riesce ad espettorare. Nausea, con vomito di grandi quantità di muco. Molto adatto ai bambini.
  • Kali bichromicum
    Corizza fluente, con scorrere dal naso acquoso e acre, con formazione di ulcere. Tosse, con espettorazione di flemme filante e dura. Perdita dell’odorato.
  • Mercurius solubilis
    Mal di testa catarrale. Bruciore e scarico acquoso dagli occhi. Starnuti frequenti. Scarichi profusi e fluenti. Tonsille ulcerate e infiammate. Tosse breve e secca, peggio di notte.
  • Pulsatilla
    Tosse larga con espettorazione di muco giallo. Perdita del gusto e dell’odorato. Ci si sente raffreddati. Dolori nervosi nelle orecchie e nei denti.
  • Sambucus
    Narici ostruite da muco spesso, e filante. Gli infanti con riescono a respirare dal naso. Improvvisi risvegli dal sonno come se ci si stesse strozzando.
  • Sepia
    Naso gonfio ed infiammato. Ulcere nelle narici.Corizza secca con naso chiuso. Perdita dell’odorato. Schiena e collo dolorosi e bloccati.







Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.