Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 14/8/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
IN PRIMO PIANO
Integrazione fra medicina naturale e ufficiale nell'interesse del paziente
Il morbo di Parkinson come esempio di integrazione di due diverse ma complementari culture mediche
Autore: Flavio Gazzola

La Medicina Naturale Olistica di fronte alla sfida delle malattie croniche e all’integrazione con la medicina convenzionale

Le malattie croniche
Le malattie croniche costituiscono un problema in aumento vertiginoso: Parkinson, Sclerosi a placche o sclerosi multipla (SM), artrite reumatoide (AR), malattie autoimmuni, per citare solo le più diffuse Le cause sono diverse: aumento della durata della vita, dell’inquinamento ambientale chimico, fisico e iatrogeno, dello stress e dei disordini emozionali. L’approccio statistico
Appare sempre più chiaro che la medicina convenzionale, avendo adottato un criterio statistico di approccio alla malattia, è divenuta sempre di più una medicina delle urgenze, lasciando ampio spazio ad una chirurgia sempre più invadente e ipertecnologica. Del resto, quando fallisce la medicina, è inevitabile l’intervento al suo posto della chirurgia. Medicina Naturale Olistica o Medicina non convenzionale
La medicina naturale olistica, definita un tempo “Medicina alternativa”, ora chiamata con linguaggio più freddo e burocratico, “Medicina non convenzionale” è stata tenuta a distanza dal potere medico, ma i grandi successi e il favore popolare ne hanno determinato l’inevitabile successo, con la conseguenza che l’ufficialità sanitaria e politica, pur storcendo il naso e a malincuore, ha dovuto riconoscerla. Il fatto che negli Stati Uniti la medicina naturale sia entrata nelle Università, ha indotto anche i nostri cattedratici ad aprire qualche spiraglio e a mettere le mani avanti, nel caso che gli avvenimenti precipitino, per poter dire in tempo utile “Io c’ero, io già lo sapevo, stiamo studiando già da anni questo argomento” e non essere spiazzati dai fatti. L’approccio umano individuale
La medicina naturale ha un approccio individuale, non crede più di tanto nelle statistiche, cerca sempre soluzioni individualizzate e non è perciò molto amata dalle case farmaceutiche, che cercano mercati più vasti e semplificati. Un’emergenza sanitaria
Vi è tuttavia un’emergenza che deve far avvicinare medicina naturale e medicina convenzionale ed è quello delle malattie croniche, malattie polifattoriali, di grande complessità diagnostica e terapeutica, che la medicina ufficiale, a causa delle sue semplificazioni statistiche, non è in grado di affrontare soddisfacentemente. La medicina non convenzionale possiede al contrario la cultura e il corretto approccio, per affrontarle, ma non può accedere agli ospedali, né a sistemi di rimborso delle casse malattia, inoltre talora è necessario l’impiego di farmaci chimici, insieme con le cure naturali. Comiciamo a integrare le conoscenze nel Parkinson
Un esempio dell’importanza di un’integrazione fra i due mondi è dato dalla malattia o sindrome di Parkinson. Questo numero di Naturalismedicina è dedicato monograficamente a tale argomento e in tal modo si spera di riuscire a spiegare perché l’integrazione sia necessaria, portando degli esempi concreti di come si possa procedere. Mi auguro che qualche universitario o dirigente ASL o dirigente di Associazione parkinsoniana legga queste righe e possa riflettervi un momento.
Personalmente sono stato sempre disponibile a mettermi a disposizione per favorire tale integrazione, nell’interesse superiore di chi soffre e non trova soluzioni.







Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.