Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 27/2/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
PSICOLOGIA E COMUNICAZIONE
Nuove strategie terapeutiche
Rituale e Controrituale
Autore: Mental Research Institute

CENTRO DI TERAPIA STRATEGICA

stituto di ricerca, training e attività clinica

Arezzo

MENTAL RESEARCH INSTITUTE

Palo Alto, CA

_________________________________

Seminario di formazione clinica

_________________________________

RITUALE

E

CONTRORITUALE

La terapia breve evoluta

dei Disturbi ossessivo-compulsivi

_______________________________

Giorgio nardone

_______________________

Milano - 21 marzo 2004

 

Centro Congressi Stelline

Corso Magenta 61,  milano

Il disturbo ossessivo-compulsivo risulta essere,sia per lo psicoterapeuta principiante che per quello esperto, la tipologia più bizzarra e all’ apparenza più irragionevole ed illogica tra le varie forme di patologia fobica. In realtà il sistema percettivo-reattivo di questo disturbo non è illogico ma segue una logica non-ordinaria, che ha origine da una rigida applicazione di una logica corretta reiterata nel tempo.

Come affermava Locke "Da premesse scorrette con una logica corretta si giunge ad effetti erronei", così l'ossessivo-compulsivo risponde con una logica "corretta" a domande "scorrette", costruendo un circolo vizioso in escalation entro il quale si imprigiona mantenendo ed esacerbando il suo problema.

Nei fatti, il suo tentativo di controllare la minacciosa realtà gli appare talmente ragionevole ed efficace da non poterlo più interrompere. Questa patogena interazione conduce il soggetto ad evitare la situazione temuta e a mettere in atto dei rituali, che possono essere delle azioni, dei pensieri o delle formule mentali, che divengono gradatamente inevitabili. In altra parole, la tentata soluzione diventa il problema. Ciò che era teso a proteggere diviene ciò che aggredisce e tortura.

Per chi soffre di questa invalidante patologia, infatti, il vero disturbo diviene l’incapacità di interrompere quei rituali inizialmente tesi a sedare la paura, trasformatisi poi in irrinunciabili azioni da ripetere per prevenire una realtà o per riparare a qualche eventuale pericolo. Nella maggioranza dei casi, i pazienti giungono in terapia solo dopo anni,  con la percezione di aver fronteggiato il loro problema nell’unico modo ragionevole e funzionale. Questo spiega perché questi pazienti risultino essere molto resistenti alla terapia e al cambiamento.

I modelli tradizionali di psicoterapia risultano scarsamente efficaci su tale disturbo e di conseguenza quei pochi terapeuti che risolvono questi problemi sono considerati dei veri e propri Maestri.

Difatti il trattamento efficace di questo invalidante disturbo prevede notevoli capacità da parte del terapeuta ed il ricorso a stratagemmi talvolta decisamente creativi, in grado di riorientare terapeuticamente i meccanismi che intrappolano la volontà di questi soggetti.

Tuttavia nell’ultimo decennio, grazie ad un lavoro di ricerca empirico-sperimentale presso il C.T.S. di Arezzo, è stato messo a punto un trattamento rigorosamente composto da una sequenze di specifiche manovre terapeutiche, particolarmente efficaci ed efficienti (86 % dei casi risolti in una media di 7 sedute, valutazione effettuata su oltre 1500 casi trattati nell’arco degli ultimi 5 anni).

OBIETTIVI

Il seminario di formazione clinica si propone di of­frire ai partecipanti una giornata di lavoro teorico-applicativo intensivo.

1. Il modello evoluto di Terapia Breve Strategica, messo a punto da Giorgio Nardone e collaboratori presso il CTS di Arezzo: strategie, tatti­che, tecniche per realizzare efficaci ed efficienti terapie in tempi brevi.

 

2. Il protocollo specifico di trattamento per il disturbo ossessivo-compulsivo e le sue varianti: compulsioni mentali, compulsioni comportamentali, rituali riparatori, rituali preventivi propiziatori.

 

3. Le tecniche di comunicazione ipnotica e di aggiramento della resistenza al cambiamento nella terapia dei disturbi ossessivi-compulsivi.

 

Il seminario si svilupperà attraverso esposizioni teoriche (30%) e attraverso la presentazione di casi clinici con dettagliata puntualizzazione e spiegazione delle tecniche terapeutiche con l'ausilio di videoregistrazio­ni (70%). Tutto ciò in modo da far calare i partecipanti nel vivo di quell'affascinante arte che è risolvere complicati problemi umani mediante semplici soluzioni.

 

DESTINATARI

Il seminario si rivolge a tutti gli operatori psicologi, medici, psichiatri, laureandi in psicologia.

La terapia breve strategica evoluta

L'approccio strategico ai problemi umani personali ed interpersonali é sorto e si é evoluto nell'ambito della psicoterapia, dimostrando come i problemi e le sofferenze umane, nonostante siano estrema­mente complicate e magari persistano da molti anni, non per questo debbano richiedere altrettanto lunghe degenze e complicate soluzio­ni. nfatti, i dati relativi ai risultati ottenuti mediante trattamenti ba­sati su interventi strategici ben costruiti e ben applicati, dimostrano come sia possibile risolvere in maniera effettiva ed in tempi brevi la maggioranza dei problemi di ordine psicologico (87% dei casi risol­ti, durata media dei trattamenti: 7 sedute) su oltre 4.000 casi trattati nell'arco degli ultimi 11 anni presso il CTS di Arezzo.

Tale specifico approccio deriva dalla teoria della comunicazione nata in campo an­tropologico con Gregory Bateson; dagli sviluppi costruttivisti della epistemologia cibernetica (Heinz von Foerster, Ernst von Glasersfeld); e dagli studi sull’ ipnosi e sulla suggestione di Milton Erickson. Si deve poi a Paul Watzlawick e al Mental Research Institute di Palo Alto l'opera di approfondimento e sistematizzazione dei principi teorico-applicativi della comunicazione nei suoi aspetti pragmatici e terapeutici.

Un contributo innovativo é stato portato da Giorgio Nardone insie­me a Paul Watzlawick ne "L'arte del cambiamento" (1990), opera tradotta nelle maggiori lingue straniere, nella quale, oltre ad una chiara esplicitazione dell'evoluto modello di terapia breve strategica, ven­gono presentati per la prima volta protocolli specifici di trattamento.

Nella successiva opera "Paura Panico Fobie: la terapia in tempi brevi" (1993), anch'essa tradotta in molte lingue, Giorgio Nardone presenta sulla base di una sperimentazione clinica originali proto­colli di intervento strategici messi a punto per specifici problemi clinici (fobie, ossessioni, attacchi di panico e ipocondria).

Tali strategie hanno condotto alla formulazione di una innovativa teoria cibernetica-costruttivista relativa, oltre al cambiamento, alla forma­zione e persistenza di tali tipologie di disturbo.

La stessa procedura di ricerca empirico-sperimentale é stata applica­ta negli ultimi anni anche ai Disordini Alimentari (anoressia, bulimia, vomiting) ne "Le prigioni del cibo: Vomiting, Anoressia, Bulimia" (1999), ottenendo anche in questo caso il risultato della messa a pun­to di efficaci protocolli specifici di trattamento per tali patologie.

Tutte queste ricerche cliniche sviluppate presso il Centro di Terapia Strategica di Arezzo ed i loro risultati applicativi hanno condotto ad un notevole incre­mento della efficacia e della efficienza degli interventi terapeutici, tanto da far avere a questo lavoro riconoscimenti scientifici interna­zionali e farlo ritenere il modello più evoluto di terapia breve.

Nel 1997, Paul Watzlawick e Giorgio Nardone hanno curato una antolo­gia sulla terapia breve evoluta, con i contributi degli autori più im­portanti del panorama internazionale.

In questa opera, pubblicata con­temporaneamente in più lingue, vengono presentati la teoria e i mo­delli più avanzati di trattamento strategico per le più importanti for­me di patologia psicologica.Negli ultimi anni gli originari protocolli di trattamento per i disturbi fobici ed ossessivi si sono evoluti grazie ad ulteriori affinamenti della tecnica e della comunicazione terapeutica (Non c’è notte che non veda il giorno – Ponte alle Grazie)

Presso il Centro di Terapia Strategica di Arezzo sono in corso co­stanti ricerche con l'obiettivo dell'evoluzione della psicoterapia breve verso modelli di intervento sempre più efficaci, ripetibili e trasmissibili.

PROGRAMMA

 

Docente:   Giorgio Nardone

La prospettiva teorica

- Costruttivismo, logica strategica e logiche non ordinarie, terapia breve

- Dall'Epistemologia alla logica dell'intervento strategico

 

Il modello di terapia breve strategica evoluta

Ø La terapia centrata sulle tentate soluzioni.

Ø La diagnosi-intervento: come conoscere intervenendo, fin dal primo incontro, con il paziente, ovvero il dialogo strategico

Ø Ipnoterapia senza trance: l'aggiramento della resistenza al cambiamento mediante la comunicazione "ingiuntiva" ed ipnotica nei casi di disturbo ossessivo-compulsivo

Ø La strategia per il trattamento dei disordini ossessivi-compulsivi: tecnica, tattica e manovre specifiche per le varianti dei disordini ossessivo-compulsivi

Presentazione di casi clinici e protocolli specifici di trattamento

Puntualizzazione dettagliata di obiettivi, strategie e comunica­zione utilizzata nei trattamenti con l'ausilio di videoregistrazioni di reali terapie effettuate.

Casi clinici

Ø Il controllo troppo ben riuscito da non poter essere interrotto:la compulsione irrefrenabile al controllo

Ø Rituale e Controrituale: un caso di compulsioni ossessive di tipo propiziatorio. 7

Ø Più lavi più sporchi: il disturbo ossessivo-compulsivo della pulizia.

Ø Formule mentali e riti di pensiero: il disturbo ossessivo-compulsivo puramente mentale.

lla fine di ogni sessione é dedicato un ampio spazio per la discussione ed interazione tra relatore ed i partecipanti,

ORARIO E ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Registrazione partecipanti: ore 9.30 – 10.00

Sessione mattutina: ore 10.00 – 13.00

Pausa Pranzo: ore 13.00 – 14.30

Sessione pomeridiana: ore 14.30 – 17.30

Centro di Terapia Strategica -Arezzo

GIORGIO NARDONE

Giorgio Nardone, dopo una formazione di terapia sistemica e strategica presso il MRI, sotto la guida di Watzlawick e Weakland, ha contribuito in maniera originale e significativa all'evoluzione del modello di terapia breve della Scuola di Palo Alto.

Direttore del Centro di Terapia Strategica di Arezzo e della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Breve Strategica.

Ha pubblicato numerosi lavori, tradotti in molte lingue straniere, nei quali sono esposti i modelli terapeutici evoluti da lui elaborati, tra i quali L'arte del cambiamento (Ponte alle Grazie) con Paul Watzlawick; Paura, Panico, Fobie (Ponte alle Grazie); Terapia Breve Strategica con Paul Watzlawick (Cortina Ed.); Le prigioni del cibo (Ponte alle Grazie); Loriedo-Nardone-Watzlawick-Zeig Strategie e stratagemmi della psicoterapia (Franco Angeli Ed.); Oltre i limiti della paura (BUR), Cavalcare la propria tigre (Ponte alle Grazie); Non cè notte che non veda il giorno (Ponte alle Grazie) .

Da oltre dieci anni tiene workshop e conferenze in tutto il mondo.

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA BREVE STRATEGICA

La Scuola, basandosi sul presupposto del "learning by doing", è strutturata prevalentemente sul lavoro applicativo, con la maggior parte delle ore dedicate, dopo una prima formazione teorica, allo studio di videotape e alla reale pratica clinica.

La Scuola prevede due differenti programmi:

La Scuola quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia Breve Strategica, riconosciuta dal MURST, è tesa ad offrire una completa formazione a riguardo dell'approccio strategico alla psicoterapia breve in linea con la regolamentazione ministeriale per il riconoscimento del ruolo di Psicoterapeuta (art.35);

La Scuola biennale si rivolge agli psicoterapeuti già esperti proponendo un apprendimento intensivo delle strategie e tecniche proprie di questo approccio alla soluzione dei problemi umani.

__________________________

 

Inviare a:Centro Terapia Strategica Arezzo
P.za S. Agostino, 11 - 52100 Arezzo
tel. 0575 350240 • Fax. 0575 350277

email: ctsar@ats.it

Scheda d'iscrizione

Confermo di partecipare al Seminario

Rituali e controrituali

Milano, 21 marzo 2004
e pagherò la quota di €……………………

sul CC: A  3400 1400 8203/93

STRATEGIC THERAPY CENTER

Banca Toscana,filiale di Arezzo, via Roma

Nome e Cognome: _____________________________

Azienda_____________________________________

Professione___________________________________

Via_________________________________n.__­____

cap_______Città______________________________Prov______Tel.:_______________________________

Fax___________________Cell.:__________________Email________________________________________

FATTURAZIONE

intestata a:_____________________________________

indirizzo:______________________________________Cap _______Città:______________________________

Part.IVA______________________________________OBBLIGATORIA

O COd.Fisc:_____________________________________

Data____________________firma__________________

*** In base alla legge 675/96 autorizzo. il trattamento dei miei dati personali per ricevere comunicazioni relative ad iniziative future organizzate dal Centro Terapia Strategica.

 

INFORMAZIONI ORGANIZZATIVE

Data: 21 marzo 2004

Sede: Centro Congressi Stelline Corso Magenta 61 -Milano Tel 02/4818431

Registrazione partecipanti ore 09.30 - 10.00

Orario: 10.00 – 17..30

Pausa pranzo: 13.00 - 14.30

Quota d’iscrizione: €  200 + I.V.A.

quota per studenti €  150 + I.V.A.

Adesioni Inviare la scheda allegata unitamente alla quota di partecipazione (o alla ricevuta dei versamento effettuato) Le adesioni saranno accettate sino all’esaurimento dei posti nella sala. Le iscrizioni pervenute dopo l'esaurimento dei posti saranno respinte.

Annullamento adesioni: Le adesioni possono essere disdette solo per iscritto e devono pervenire alla segreteria dei Centro di Terapia Strategica entro il 10.03.04. Le cancellazioni effettuate dopo tale data non saranno rimborsate

Fatturazione: la fatturazione è obbligatoria per tutti gli iscritti. La fattura sarà spedita al domicilio indicato alla data del ricevimento del pagamento effettuato.

Il Seminario è  in  fase di validazione.

Verrà rilasciato un attestato di partecipazione alla  fine  dei lavori.

________________________________

Direzione Organizzativa

M.Cristina Nardone cell. 348.6901771

Luigi Nardone cell. 348.6901773

iazza S.Agostino,11 - 52100 Arezzo Tel. 0575 350240 Fax 0575 350 277 E-mail:ctsar@ats.it

www.centroditerapiastrategica.org

 








Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.