Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 27/2/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
ASSOCIAZIONI
L'associazione dei malati di psoriasi presenta un manifesto
Il manifesto dei malati di psoriasi
Autore: Dr. Flavio Gazzola

Il manifesto dei malati di psoriasi

 

Dr. Flavio Gazzola

 

 

Cos’è la psoriasi

La psoriasi è una malattia di tipo allergico o autoimmune, a patogenesi ufficialmente non definita.

Per la mia esperienza nel campo della medicina non convenzione, in particolare con l’impiego di potenti mezzi diagnostici bioelettronici come l’EAV, ho potuto individuare alcuni fattori di scatenimento e mantenimento della malattia: focolai infiammatori cronici di denti, gengive, gola, fegato, intestino.

Trattando questi fattori di disturbo la malattia regredisce, mentre non regredisce con i mezzi puramente sintomatici impiegati dalla medicina convenzionale

Le manifestazioni più evidenti sono a carico della pelle, con la formazione di placche arrossate e desquamanti, soprattutto a livello del capo, dei gomiti, delle ginocchia.

Anche se la psoriasi non è una malattia infettiva, chi, senza conoscerla, vede i segni di essa, tende a ritrarsi con paura dalla persona portatrice, che è in tal modo spesso ghettizzata.

In realtà un problema ancora maggiore rispetto a quello cutaneo, è l’interessamento articolare (“artrite psoriasica”), che causa gravi dolori alla schiena e agli arti, ma, non essendo visibile, non è socialmente discriminato.

Un terzo grave effetto della malattia, è la depressione, che colpisce oltre il sessanta per cento delle persone affette

 

Il Manifesto dei malati di psoriasi

A causa della discriminazione sociale il malato di psoriasi tende a divenire depresso e ciò non fa che aggravare la patologia.

 

Mara Maccarone, presidente dell’associazione dei malati di psoriasi (Adipso)denuncia questa situazione, che è aggravata, secondo le sue parole, dal muro di silenzio eretto intorno alla malattia

Proprio per questo vogliamo presentare il primo Manifesto dei pazienti affetti da psoriasi per dire che noi esistiamo e rivendichiamo i nostri diritti.Ci sentiamo discriminati ogni giorno per il nostro aspetto non possiamo stare in pubblico né fare sport, per esempio non ci vogliono in nessuna piscina”..

Il 57% delle persone la confonde infatti con qualcosa di contagioso e molti teenager affetti da psoriasi, non vogliono andare a scuola per vergogna.

La patologia incide su tutti gli aspetti del vivere quotidiano, sin dalla scelta dei vestiti (per il 56% dei malati), nelle attività sportive (38%), nel sonno (34%), nel lavoro e nella scuola (27%), infine nelle relazioni sessuali (16%), secondo i dati riferiti da “Medicina generale”

 

 








Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.