Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 26/2/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
ANNUNCI E COMUNICATI
Un argomento scottante
Mutilazioni genitali femminili
Autore: Istituto Transculturale

Casella di testo: Scheda di iscrizione:

Nome e Cognome:_____________________________________________________________

Indirizzo:____________________________________________________________________

Cap:___________  Città:__________________________________________  Prov.:________

Tel: _________________  Fax:__________________ e-mail:___________________________

Codice fiscale: __________________________ Professione:___________________________

Ente di appartenenza: __________________________________________________________
 


  

 

Programma

 

 

 

 

     h. 9.30-11.30

 

     Mutilazioni genitali femminili:

     aspetti base e connessioni socio-   

     antropologiche

 

     Angela Savio

     (Socio-antropologa)

 

 

      h. 11.30-13.30

 

      Conseguenze fisiche a breve e

      lungo termine

 

      Gianfranco Gori

      (Ginecologo)

 

      h. 13.30-14.30

 

      Pausa pranzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    h. 14.30-16.30

 

    Complicazioni legate al parto

     e alla gravidanza

 

    Gianfranco Gori

    (Ginecologo)

 

 

     h. 16.30-18.30

 

     Implicazioni psicologiche delle 

     mutilazioni genitali femminili

 

     Marica Livio

     (Psicologa)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione

 

    Il seminario si propone di analizzare la pratica delle MGF, sia in terra di origine sia nel contesto di immigrazione, partendo dall’analisi degli aspetti base fino ad arrivare ad analizzare il complesso contesto socio-culturale in cui queste pratiche vengono ad inserirsi.

   Fino a qualche anno fa l’attenzione rivolta alle MGF era concentrata sul continente africano. Con la massiccia migrazione africana, che negli ultimi anni ha interessato i paesi occidentali, le MGF hanno fatto il loro ingresso in sempre più numerosi paesi estranei a queste pratiche, ponendo ai paesi occidentali nuovi interrogativi e aprendo un vivace dibattito socio-culturale.

Il numero di donne che hanno subito una qualche forma di mutilazione genitale e che ora vive in Italia, e il numero delle bambine a rischio di mutilazione è molto elevato, e i dati dimostrano che molte hanno già iniziato a premere sulle strutture sociali e sanitarie.

   Per coloro che hanno a che fare quotidianamente con bambine o donne mutilate, le MGF sono un fenomeno preoccupante per le implicazioni sociali, per le difficoltà pratiche e tecniche che comportano, per la scarsa conoscenza delle connessioni culturali, per la mancanza spesso di una legislazione apposita.

   La necessità di analizzare non solo gli aspetti sanitari ma anche le implicazioni sociali e culturali è dimostrata dal fatto che il  profondo radicamento delle MGF nella maggior parte delle culture africane, è dovuto ad una complessa interazione di fattori socio-culturali. 

 

Obiettivi

 

   L’obiettivo principale del Seminario è di fornire agli operatori coinvolti, gli strumenti cognitivi ed interpretativi adeguati al trattamento di donne mutilate e di bambine a rischio di mutilazione.

 

Metodologia

 

 

 

   Il Seminario, della durata di una giornata, è diviso in due parti. La prima prevede, dopo una parte introduttiva, l’approfondimento delle connessioni culturali e antroplogiche delle MGF. La seconda prevede l’approfondimento degli aspetti sanitari, psicologici delle MGF e la simulazione di casi specifici, al fine di fornire al gruppo bersaglio, una preparazione non solo teorica ma anche pratica e l’elaborazione di ipotesi di comportamento adeguate.

 

  Destinatari

 

      Il Seminario è rivolto a tutti i professionisti che operano in ambito sociale e sanitario: mediatori culturali, insegnanti, educatori, assistenti sociali, medici di base, pediatri, ginecologi, ostetriche, psicologi, riabilitatori, infermieri.

 

Contributo

 

   Il contributo richiesto è di Euro 50

Modalità di pagamento:

- C/C postale n.30065205 intestato a Fondazione Cecchini Pace

- Banco Ambrosiano Veneto, Ag.16, Milano,

Via Molino delle Armi 23

CIN P ABI 03069  -   CAB  09487    

c/c 38635/10  intestato a Fondazione Cecchini Pace

 

 

Il seminario si svolgerà Sabato 15 maggio

2004 presso la sede della Fondazione Cecchini Pace.

 

Verrà rilasciato un attestato di frequenza.

 

 

 

FONDAZIONE  CECCHINI  PACE

 

 

 

 

 

   Seminario di formazione

 

 

 

 

    

 

 

 

 

Mutilazioni Genitali Femminili: seminario per operatori

 

 Sabato 22 maggio 2004

 h. 9.30- 18.30

 

 

 

 

 

Fondazione Cecchini Pace

Via Molino delle Armi,  19

20123   Milano

 

Tel.   02-58310299      Fax  02-58311389

E-mail:   fondcec@tin.it           

       Sito web: www.fondazionececchinipace.it

 

 

 








Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.