Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 3/12/2021

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis PRENOTA UNA VISITA

 
CHECK-UP BIOELETTRONICI
Il campo informazionale della vita puņ essere indagato con i checkup elettronici, in particolare con l'EAV
Natura del campo informazionale della vita
Autore: Flavio Gazzola

TRATTO DAL LIBRO ELETTROSMOG

DI FLAVIO GAZZOLA

IL SISTEMA DI COMUNICAZIONE ELETTROMAGNETICO

DEL CORPO

O

CAMPO INFORMAZIONALE DELLA VITA

Per comprendere linfluenza dellelettrosmog (per abbreviazione ES) e delle radiazioni in genere sullorganismo umano, necessario avere presente come funziona il sistema elettromagnetico del corpo.

La medicina ignora o finge di ignorare tuttora che il corpo funziona grazie a un complesso sistema di scambi di informazioni elettromagnetiche fra le cellule che lo costituiscono.

Gli studenti di medicina studiano per ora lanatomia e la biochimica dellorganismo umano, ma non il sistema di controllo elettromagnetico, che consente alle cellule di coordinare le reciproche funzioni.

Se si vuole trovare un perch di tale dimenticanza, basta ricordarsi che la ricerca medica per lo pi finanziata dallindustria farmaceutica, che non ha nessun interesse a scoprire che per guarire si potrebbero usare dei segnali elettromagnetici a basso costo, anzich dei farmaci ad alto costo.

Ma per entrare in argomento, la prima informazione da fornire che il DNA di ciascuna cellula del corpo, il portatore del codice genetico, costituito da un linguaggio quaternario di basi puriniche e pirimidiniche, affiancate e contrapposte come lettere dellalfabeto biologico, cio come un codice software che fornisce le informazioni operative, anche contemporaneamente un potente sistema ricetrasmittente.

Grazie a tale sistema ricetrasmittente, che potremmo definire postazione radio-DNA, ogni cellula del corpo si connette con le altre, coordinando le reciproche attivit sin dallo sviluppo fetale. Ciascuna cellula possiede lo stesso codice delle altre, ma ne attiva solo la parte relativa alla su specifica funzione, derivante da un originario accordo gi prestabilito al momento della prima suddivisione della cellula uovo fecondata.

Ci avviene, ma ancora non si sa come e in conseguenza di tale patto per la vita, i miliardi di cellule che costituiscono il corpo assumono incombenze diverse, attivando solo la parte di codice ad esse pertinente. Tessuti cos diversi come quello nervoso, epatico, splenico, linfatico, ematico, connettivale, renale, intestinale, ecc. sono costituiti da cellule aventi lo stesso codice, ma con una differente parziale attivazione di esso.

Ogni secondo nel corpo muoiono dieci milioni di cellule in diverse proporzioni secondo le condizioni climatiche, le individuali attivit fisiche, digestive, persino lo stato danimo e in conseguenza di ci, ogni secondo nel corpo devono riprodursi e attivarsi altri dieci milioni di cellule nelle stesse identiche proporzioni. Se tale meccanismo straordinario non funziona al 100% subentra inevitabilmente la malattia, la vecchiaia, la morte.

Ci possibile solo con una complessa coordinazione e informazione reciproca di ogni parte del corpo, realizzabile solo grazie alla trasmissione di segnali elettromagnetici veloci come la luce (300000Km/s), scambiati fra tutte le cellule del corpo, informate istante per istante delle necessit dellinsieme dellorganismo. La velocit della trasmissione di via ematica di segnali ormonali, immunitari, enzimatici avviene a un massimo di circa 10 Km/ora, quella nervosa via cavo pu giungere sino a dieci volte tanto (100 Km/ora), comunque velocit insufficienti per garantire adeguamenti praticamente istantanei delle attivit del corpo.

Negli anni 20 del XX secolo, il biologo russo Gurwitsch scopr che irradiando con una certa lunghezza donda del campo ultravioletto, colture cellulari, si incrementava la velocit di riproduzione cellulare.

Le esperienze di Gurwitsch furono riprese in quegli anni o poco dopo dal medico italiano Gentile, grande studioso ed estimatore delle scoperte di Marconi, il quale scopr che colture di cellule sane e cellule cancerose separate da una lastra di vetro, mantenevano le reciproche caratteristiche, ma se al posto del vetro amorfo, si interponeva una lastra di quarzo polarizzato, le cellule sane tendevano ad assumere le caratteristiche delle cellule cancerose, come se venissero danneggiate dallirradiazione elettromagnetica prodotta da esse.

Altre ricerche di numerosi ricercatori europei dellepoca si aggiunsero a queste prime, portando nuove conferme allassunto che le cellule potevano essere influenzate in modo specifico da radiazioni artificialmente prodotte o da radiazioni emesse da altre cellule.

Perci nel 1936 fu organizzato a Venezia un convegno internazionale cui parteciparono fra i numerosi altri ospiti illustri, Gentile, Marconi e Gurwitsch. Sembr allora aprirsi una nuova era nella ricerca medica, ma la guerra cancell il ricordo di quelle prime entusiasmanti scoperte, oltre che cancellare fisicamente anche gran parte dei partecipanti al convegno.








Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.