Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 3/12/2021

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis PRENOTA UNA VISITA

 
ELETTROSMOG
Un estratto del libro "Elettrtosmog, energia sconosciuta", di Flavio Gazzola
Elettrosmog e Geopatie
Autore: Flavio Gazzola

Tratto dal libro di Flavio Gazzola intitolato Elettrosmog.

Si pu richiedere attraverso il sito flarida@tin.it

al prezzo di euro 20 comprese le spese di spedizione

Elettrosmog e Geopatie

Definizioni:

  • Con il termine di elettrosmog si indicano i campi elettrici, elettromagnetici e radianti in generale prodotti dallUomo e costituenti un pericolo o un danno per la salute e le attivit umane.
  • Con il termine di geopatie si indicano i campi di disturbo naturali, prodotti da campi elettromagnetici della terra e del cosmo, in grado di danneggiare la salute e le attivit umane.

Danni, generalit

Sono conosciuti in medicina i danni prodotti dalle radiazioni impiegate nella diagnostica (Rx, scintigrafie, medicina nucleare in generale, per esempio) e nella terapia soprattutto oncologica.

A tal fine si progettano strumenti in grado di colpire solo il punto dove si trovano le cellule tumorali, per evitare danni collaterali alle cellule sane.

Sono noti anche i danni prodotti dai forti campi elettromagnetici presenti in vicinanza degli elettrodotti: essi colpiscono soprattutto i tessuti in rapida crescita, ci spiega perch siano danneggiati soprattutto i bambini e fra i tessuti del corpo umano il midollo osseo, che produce le cellule del sangue, dunque si assiste pi frequentemente allinsorgenza di leucemia in persone esposte a forti radiazioni di qualsiasi tipo.

Sono invece poco o per nulla conosciuti o divulgati i danni derivanti da radiazioni deboli, come quelle prodotte dalla telefonia, dagli elettrodomestici, dalla televisione, dai computer, dagli impianti elettrici domestici, dai campi di disturbo naturali come quelli prodotti dalle acque sotterranee e non, dalle radiazioni cosmiche e dallinterazione fra campi terrestri e cosmici.

Si tratta solitamente di un effetto a lungo termine, capace di provocare in una prima fase sintomi come stanchezza, difficolt di concentrazione, mal di testa, disturbi digestivi, malumore, irritabilit, tutti indici disfunzionali, che in una seconda fase, persistendo la disfunzione, possono dar luogo ad alterazioni permanenti od organiche e dunque a malattie conclamate.

Prevenzione e cura:

Laccento T dunque innanzitutto sulla prevenzione, che consente il rapido equilibrio delle disfunzioni, evitando linsorgenza, piŻ tardi, della malattia.

Vi sono tre possibilitD o strategie principali di prevenzione e cura:

  1. Evitare o schermare lesposizione ai campi di disturbo naturali e/o artificiali
  2. Rinforzare lazione dellorganismo rispetto ad essi
  3. Cercare di attuare entrambi i punti precedenti

E praticamente impossibile realizzare una completa prevenzione di ogni fonte di inquinamento (I strategia) o rinforzare completamente il corpo di fronte ad ogni tipo di inquinamento (II strategia); ma possibile cercare di ridurre lesposizione allelettrosmog e nello stesso tempo rendere lorganismo capace di reagire con molta pi efficacia, mantenendo continuativamente lequilibrio vitale, evitando i sintomi e la malattia (III strategia, che la sintesi pratica delle prime due).

Questo libro tratta di come realizzare concretamente tale strategia, divenuta indispensabile per la prevenzione e il trattamento di sintomi, disturbi e malattie derivanti dallinquinamento elettronico, inevitabile nella societ tecnologica del XXI secolo.

Lo sviluppo generale delle tecnologie elettriche ed elettroniche ha prodotto e sta producendo un cambiamento nelle abitudini e nelle condizioni di vita cos rapido e tumultuoso, come non era mai accaduto nella storia

LUomo e lambiente in cui vive sono perci soggetti a stimoli e mutamenti sinora mai realizzati.

Per fronteggiare la tumultuosa evoluzione del mondo, vi la necessit di riconoscere i pericoli e di affrontarli nel modo migliore, garantendo la salute mentale e fisica di ogni essere umano.

Lelettrosmog non puzza, purtroppo, perci i danni da esso prodotti non sono evidenti come quelli prodotti da microrganismi patogeni o inquinanti chimici, n vi alcun interesse da parte di grandi aziende o enti nazionali e sopranazionali responsabili della diffusione della tecnologia basata sullelettricit o lelettronica ad indagarli seriamente, dato il timore di dover compiere dei passi indietro per giustificarsi davanti allopinione pubblica.

Perci evidente il motivo della cappa di silenzio e del muro di gomma innalzato attorno allargomento.

Persino gli evidenti e ampiamente documentati danni prodotti a carico delle persone che vivono in vicinanza degli elettrodotti (tumori, soprattutto leucemie) tendono ad essere dimenticati od omessi nelle relazioni ufficiali.

Ma al di l dei danni fisici vi sono anche dei danni mentali o psicosomatici ancora pi insidiosi e ancora pi difficili da dimostrare con i mezzi usuali della medicina, derivanti soprattutto dallesteso uso dei computer e dei telefoni cellulari.

Nellultimo quarto di secolo il numero di giovani affetti da disturbi nervosi e neurovegetativi aumentato in misura spropositata.

La spiegazione semplice: non solo sono soprattutto i giovani gli entusiasti fruitori delle nuove tecnologie, ma sono anche coloro che sono letteralmente nati nel Nuovo Mondo, gi circondati sin dal concepimento dallelettrosmog.

Le persone nate prima degli anni Ottanta del ventesimo secolo non sono stati soggetti allo stesso inquinamento ambientale sin dalla pi tenera et e possiedono un diverso tipo di resistenza allelettrosmog.

Al contrario i giovani attuali, concepiti e nati soprattutto dagli anni Ottanta in poi, sono entrati in risonanza con i campi elettromagnetici sin dal primo momento della vita, dunque in un certo senso vibrano con essi come diapason.

Sicuramente, come luomo sopravvissuto allinquinamento ambientale dei fumi dellera industriale e postindustriale, anche nei confronti dellelettrosmog si svilupper una resistenza e la capacit dellorganismo umano di farvi fronte, ma a prezzo di malattie tumorali, neurologiche, nervose, neurovegetative, psicosomatiche, immunitarie, endocrine, cos come nella Londra dellOttocento, patria dello sviluppo industriale, imperversava la tubercolosi.

Nel corso delle ricerche sulla prevenzione dei danni da elettrosmog, si notato come gli stessi strumenti ideati per difendere il corpo, potessero essere usati per il miglioramento di una vasta gamma di attivit, come la prevenzione del danno da calcare, la diminuzione del consumo di carburante, il miglioramento della panificazione, della vinificazione, il miglioramento della conservazione dei cibi e delle caratteristiche organolettiche sia dei cibi solidi, sia dei liquidi, il miglioramento di complessi problemi ambientali, ecc.

Elettrosmog, descrizione

Comprende linsieme delle condizioni di inquinamento ambientale, per effetto di campi elettrici, magnetici, elettromagnetici di origine artificiale.

  • Campi elettromagnetici a bassa frequenza sono prodotti dalle linee dellalta tensione, dai cavi di distribuzione dellenergia elettrica, da macchine industriali come forni essiccatori, saldatrici, ecc., dallimpianto elettrico domestico, dagli elettrodomestici e dai dispositivi elettrici ed elettronici perla casa, lufficio, le ferrovie, metropolitane, tramvie.
  • Campi magnetici a media e alta frequenza derivano da trasmettitori radiofonici e televisivi; ripetitori per telefonia e cellulari, trasmettitori radar e satellitari, computer.

Sono stati messi a punto dei supporti a base di silicio, da mettere in contatto con il corpo o nellambiente per trasformare lenergia caotica dellelettrosmog in energia organizzata e coerente con lenergia del corpo. In tal modo lelettrosmog cessa di essere dannoso per il corpo e pu divenire persino utile in alcuni casi di marcata debilitazione, proprio come i pannelli fotovoltaici trasformano lenergia del sole in energia utile alluomo.

Tali supporti sono stati chiamati Biomagneti








Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.