Home
  NUMERO 50
  aggiornato al 29/6/2017

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
CHECK-UP BIOELETTRONICI
La elettroagopuntura secondo Voll o EAV costituisce la base della medicina predittiva
EAV Elettroagopuntura secondo Voll
Autore: Flavio Gazzola

EAV o ElettroAgopuntura secondo Voll e Medicina Predittiva
Ho scritto un libro anni fa, intitolato “Guarire l’inguaribile”, a significare che molte malattie considerate inguaribili possono essere curate o attenuate o migliorate con metodiche olistiche.
Questo termine è stato spesso usato con leggerezza in stile “New Age”, a indicare in modo  superficiale il rapporto dell’essere umano con la natura, come se la natura fosse un sito idilliaco di valore assoluto.
Ma la natura è l’insieme degli esseri viventi, che combattono una dura battaglia per la sopravvivenza. Anche il nostro Pianeta si può considerare un essere vivente e come tale soggetto alle malattie. La malattia fondamentalmente è un venir meno delle comunicazioni presenti nella vita e che costituiscono esse stesse la vita.
Il corpo umano è composto da 100 mila miliardi di cellule, ciascuna delle quali è un essere vivente, che collabora per la propria sopravvivenza con tutte le altre.
Per collaborare per uno scopo comune è fondamentale comunicare reciprocamente.
Quando le comunicazioni si interrompono o si deteriorano, l’organismo umano, ma in generale qualsiasi essere vivente, inizia una parabola discendente.
In una visione generale la parabola discendente individuale è contemplata come il necessario esaurirsi di una esperienza, che inizierà in un nuovo essere, che acquisirà l’esperienza accumulata nei suoi antenati scomparsi per migliorare la qualità e la stabilità della forza vitale di quella linea protoplasmatica, costituita dalle generazioni precedenti.
Dunque la morte fisica individuale è contemplata nel piano di vita generale, con lo scopo in realtà di un miglioramento della linea genetica.
Il codice genetico stesso è conservato in un hardware che si chiama DNA, presente nel nucleo di ogni cellula. Il DNA è anche un’antenna ricetrasmittente incaricata di mantenere i contatti con tutte le altre cellule in tempo reale al fine di collaborare come una grande squadra al mantenimento della vita.
Il venir meno o l’interruzione dei segnali elettromagnetici dell’organismo conduce alla malattia.
L’agopuntura cinese aveva colto già più di 2000 anni fa la relazione degli organi interni fra di loro e degli organi interni con la superficie cutanea. Ogni punto della pelle è un terminale di informazioni riguardanti l’insieme delle cellule che costituiscono gli organi e tessuti interni.
Negli anni 50 del ventesimo secolo un medico tedesco, Reinhold Voll, iniziò a misurare elettronicamente la conducibilità dei punti di agopuntura descritti nell’agopuntura cinese e scoprì che ciascun punto di agopuntura presenta una conducibilità elettrica maggiore rispetto alla cute circostante. Scoprì anche le relazioni precise in senso occidentale, con dati di anatomia e fisiologia moderne, dei punti di agopuntura con gli organi interni.
Scoprì che la alterazione elettrica di un punto corrisponde all’alterazione elettrica dell’organo corrispondente e dunque scoprì che è possibile individuare anticipatamente le difficoltà di trasmissione del segnale fra le cellule e dunque prevenire o predire la malattia.
Questo costituisce un enorme avanzamento dell’arte medica, ma proprio per questo Voll fu avversato in modo particolare dall’establishment medico del suo tempo e la sua creazione, l’EAV, continua a essere perseguitata ancora oggi.
Dato che la metodica non può essere contestata scientificamente in pratica, poiché un bravo elettroagopuntore può sempre dimostrare quanto afferma in concreto, è invalso l’uso della diffamazione da parte di persone che non la conoscono e non la praticano.
La EAV costituisce una metodica che consente un vero olismo in medicina, permettendo la relazione fra le varie specialità mediche, ciascuna delle quali potrebbe compiere straordinari progressi.
Per esempio le malattie autoimmuni derivano da focolai infiammatori non risolti a livello dei denti o dell’intestino.
Problemi odontoiatrici causano spesso malattie dell’occhio, fra cui la retinite pigmentosa, il glaucoma, il distacco del corpo vitreo.
Problemi infiammatori della gola, delle gengive sono fra le maggiori cause di malattie cardiache.
Tutto questo può essere conosciuto e studiato con l’EAV.
Nel mio libro “Guarire l’inguaribile”, ora anche tradotto in inglese con il titolo di “Curing the incurable”, questi argomenti sono trattati nei particolari.
In conclusione, se l’EAV venisse accolta in medicina nell’ambito ufficiale, tanti malati potrebbero essere curati, che adesso sono considerati casi disperati e la medicina si avvicinerebbe all’ideale di prevenzione spesso sbandierato, ma non attuato o persino si potrebbe giungere alla Medicina Predittiva, che consentirebbe di predire le malattie, come i satelliti fanno con il tempo meteo.




Alcune immagini:






Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.