Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 19/10/2018

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
RICERCA AVANZATA QUANTISTICA
La pelle è un touch screen per l'interno del corpo
Il sistema satellitare GPS cutaneo
Autore: Flavio Gazzola

La pelle touch screen e il funzionamento di MV60
La pelle è la copertura impermeabile ed elastica del corpo, ma è anche un touch screen che consente l’invio di segnali di regolazione funzionale all’interno, come ben sa chi pratica l’agopuntura ed è anche un monitor, che segnala in vario modo la condizione dell’interno, come ben sanno  la Visologia, le  riflessologie in genere e in particolare l’EAV, che ne misura la variazione dei parametri elettrici in relazione con lo stato di salute o malattia.
Inoltre emette nella persona normale uno spettro radiante in terahertz fino a una distanza di 3 metri.
L’interno del corpo a sua volta trasmette segnali alla pelle, in relazione con il proprio stato funzionale.
L’emissione nel normale è simmetrica bilateralmente.
In caso di disfunzione di un organo, si crea una differenza di emissione fra un lato e l’altro o fra una zona e l’altra della superficie cutanea.
Il sistema nervoso (cervello, cervelletto, tronco, midollo spinale, sistema neurovegetativo) è il centralino che coordina i segnali e invia le correzioni per ripristinare l’equilibrio fra i due lati e fra tutte la parti del corpo.
Il problema nasce quando una parte del corpo subisce un danno esogeno od endogeno e cessa di trasmettere, come se fosse anestetizzata. In tal caso il sistema nervoso non riesce a ripristinare l’equilibrio, perché semplicemente non è informato di esso. Infatti l’agopuntura agisce ripristinando l’informazione per mezzo dell’infissione di un ago in un punto o in punti specifici. La funzione del MV60q è analoga all’agopuntura, ma senza l’infissione di aghi.
MV60 posto simmetricamente sulle aree del corpo dove esiste una alterazione, equilibra l’emissione elettromagnetica. E’ un dispositivo passivo che utilizza l’energia del corpo per esercitare la sua funzione. Si potrebbe dire che il corpo stesso si cura con l’aiuto di MV60q.
Il vantaggio dell’applicazione di MV60q in Visologia è che, mentre sul corpo si possono trattare solo singoli punti, ciascuna area del viso rappresenta il convergere di più meridiani  e trattando una sola area, si trattano contemporaneamente più funzioni.
Per esempio ponendo MV60q sull’area del viso corrispondente al colon destro, in caso di malattia di esso, tratto contemporaneamente, oltre al meridiano del colon destro, per contiguità, anche i meridiani dello stomaco destro, del duodeno, del piccolo intestino destro e della bile e così facendo esercito un’azione coordinata più efficace. Agisco infatti sulla condizione digestiva (stomaco, duodeno, bile) e assimilativa (piccolo intestino) che precedono il colon nel percorso del tubo gastrointestinale e ne causano il disturbo, in caso di loro malfunzionamento.
Per completare l’azione, agisco anche sull’area visologica lateralmente simmetrica del colon sinistro. In linea di massima è più efficace il trattamento ponendo MV60q anche sull’area sana controlaterale.
 Per il mantenimento della salute, cioè per la prevenzione generale, è consigliabile il trattamento trigiornaliero dell’area visologica del capo posta sulla fronte (area AC 1) dell’area visologica del cuore e della circolazione posta sulla punta del naso (area AC3 o 15) e dell’area del midollo osseo (formazione del sangue), posta sulla punta del mento (AC 5 o 32).
MV60 può essere posto delicatamente sull’area da trattare (non è necessaria alcuna pressione) o anche senza contatto a distanza di circa un centimetro, se si desidera avere un’azione meno mirata ma più vasta anche sulle aree contigue.
 







Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.