Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 19/10/2018

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
VACCINAZIONI
l'assurdo della polemica strumentale sì o No ai vaccini
Una polemica strumentale
Autore: Flavio Gazzola

Si Vax versus No Vax: una contrapposizione senza senso
Nel corso del 2017 è divampata in Italia, enfatizzata dai media italiani una polemica fra chi sostiene i vaccini e chi è contrario, come si trattasse di un referendum.
A mio avviso la contrapposizione così posta è un assurdo: il dubbio è che sia stata creata ad arte per poter sostenere che da una parte c’è la scienza con la S maiuscola e dall’altra parte l’Oscurantismo medievale e di conseguenza attribuire il 100% delle ragioni alla “Scienza”, con grande soddisfazione delle Case Farmaceutiche.
Sì, perché comunque lo si voglia considerare il Governo di allora ha fatto un grande favore economico ad esse, rendendo obbligatorie ben 10 vaccinazioni in età scolare.
In un altro articolo in questo stesso numero di Naturalis Medicina, esprimo una serie di domande alle quali chi dirige la Sanità pubblica dovrebbe rispondere con chiarezza di fronte all’opinione pubblica.
Ma qui desidero sottolineare che non si può essere ragionevolmente e scientificamente né Sì Vax né No Vax al 100%, ma che la questione delle vaccinazioni soprattutto in età scolare andrebbe esaminata punto per punto.
La vaccinazione è una grande conquista scientifica, come gli antibiotici, i cortisonici e tanti altri farmaci salva-vita, ma come tutti i farmaci possiede delle indicazioni, delle controindicazioni e delle avvertenze d’uso.
Chi apre la confezione di un qualsiasi farmaco trova un foglio ripiegato chiamato “bugiardino” dove tutte tali condizioni sono elencate dettagliatamente. Mi sorge spontanea una domanda: perché non si presenta a chi si vaccina un bugiardino analogo, soprattutto ai genitori che devono vaccinare i loro piccoli ? Forse non devono sapere che anche le vaccinazioni comportano dei possibili rischi o effetti collaterali anche gravi ? Non è una questione da poco.
Ciò che ho notato è appunto che è in atto un tentativo di non informare, sostenendo che coloro che desiderano informazioni vanno contro le certezze della scienza ufficiale, che, per inciso, ha messo in vendita in passato farmaci come la Talidomide con la stessa arrogante certezza.
Ciò che mi ha spinto a scrivere queste righe è una trasmissione TV, nel quale una mamma  si lamentava per una grave reazione avuta dalla figlia dopo una vaccinazione e contemporaneamente, senza lasciarla parlare e sovrapponendosi con il tono di voce come a zittirla, un personaggino borioso reputato evidentemente un influencer che non faceva altro che dire “Lei si oppone alla scienza, si vergogni !”.
Non ho parole per descrivere la mia indignazione di fronte a certi spettacoli.
Ah, dimenticavo, il conduttore della trasmissione, zitto zitto, consentiva che il personaggino parascientifico continuasse la sua intemerata.
Nella stessa trasmissione veniva intervistato un medico che sosteneva semplicemente che i bimbi andassero visitati dal pediatra prima di sottoporsi alle vaccinazioni, per indagare almeno che non vi fossero rischi di sensibilizzazione allergica. A me sembrava una cosa ovvia e deontologicamente corretta basata su un minimo criterio di buon senso, ma ecco il personaggino TV insorgere ancora con il “Si vergogni” e il conduttore della trasmissione di nuovo zitto zitto.
Buone considerazioni a tutti.
 







Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.