Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 24/2/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

Dizionario di Medicina naturale

Iridologia

V. Corso di Iridologia, del dr. Flavio Gazzola, ed. De Vecchi

L’Iridologia è lo studio delle alterazioni dell’iride connesse con malattie degli organi del corpo: sull’iride si riflette la funzionalità del corpo intero attraverso segni specifici.

L’iride fornisce informazioni sulla eredità organica proveniente dai genitori (cioè “la fibra” del corpo e le debolezze organiche derivanti da malattie dei genitori e degli ascendenti) ma anche altri segnali, che corrispondono allo stato attuale del paziente, soprattutto relativamente alla motilità pupillare, stimolata dalla luce.

Vi può essere una risposta torpida di entrambe le pupille che indica uno stato di obnubilamento legato a malattie generali, che stanno lasciando o hanno lasciato residui tossinici nei tessuti; oppure vi può essere una risposta in eccesso alla stimolazione luminosa che indica stati di ipereccitabilità neuromuscolare e malattie acute o subacute; o ancora un occhio può presentare una risposta diversa dall’altro: in tal caso vi è qualche disturbo particolare localizzato da una sola parte del corpo.

Un’ulteriore possibilità è data da una risposta diversa nello stesso occhio, di un settore della pupilla o della corona (che è la parte dell’iride circostante alla pupilla), rispetto agli altri settori: in tal caso il disturbo riguarda quell’organo, o apparato, connesso riflessologicamente con il settore che presenta una differente risposta.

Applicando la luce colorata anziché quella bianca, l’iride risponde diversamente a seconda del colore della luce incidente e delle condizioni momentanee di ciascun paziente.

In conclusione sull’iride vi sono sette gruppi maggiori di segni.

1) Segni stabili

Corrispondono alla costituzione individuale e bisogna tenerne conto nell’impostazione di una corretta prevenzione.

2) Segni puramente funzionali

Sono legati soprattutto alla reattività alla luce della pupilla e della corona, e sono indicativi dello stato funzionale organico individuale in un certo momento della vita di una persona 0 in circostanze particolari.

3) Segni di guarigione e rigenerazione tissutale

Si tratta delle “lacune aperte” e delle “fibre argentee” che compaiono all’interno di esse. Le lacune sono dei bassopiani della superficie dell’iride, corrispondenti al logoramento dello strato superficiale dell’iride e corrispondenti a pregresse malattie o predisposizioni patogene: alcuni sostengono che le lacune sono dei segni stabili, ereditati, mentre altri ammettono l’ipotesi che le lacune aperte, quelle cioè la cui circonferenza è incompleta verso il margine esterno dell’iride, derivino da pregresse malattie individuali, in seguito a fenomeni di guarigione di un organo, connesso riflessologicamente con la lacuna aperta in questione.

4) Segni infiammatori

Sono costituiti dal gonfiore delle fibre radiali dell’iride, che appaiono sotto forma di raggi bianchi; a seconda della regione in cui appaiono, esiste un’alterazione infiammatoria dell’organo corrispondente.

5) Segni biocronologici

Un’altra categoria di segni riguarda la possibilità di desumere da certi segni iridei eventi negativi (malattie, traumi psichici, intossicazioni) accaduti durante la vita sia intrauterina che extrauterina.

6) Segni psicologici

Indicano lo stato di stress generale o il temperamento nervoso o le reazioni psicosomatiche (con la possibilità anche di specificare a carico di quale organo si verificano i danni apportati da emozioni negative specifiche: per esempio il fegato è danneggiato dalla collera, il polmone dalla paura, eccetera).

7) Segni di malattia degenerativa o tumorale

Sono soprattutto i segni scuri o neri (detti segni “difettivi”, perché corrispondono a un buco nello strato superficiale dell’iride che evidenzia lo strato profondo, che è nero).

In conclusione

Sull’iride si disegna la mappa di tutto il corpo e da essa è possibile desumere una diagnosi dettagliata relativa alle predisposizioni patogene ereditate dai genitori e dagli ascendenti, le malattie attuali, sia acute (caratterizzate da segni più chiari) sia croniche o degenerative (caratterizzate da segni scuri), gli eventi traumatici (sia fisici che psichici) e il tempo della loro comparsa, sia nella vita intra- che extrauterina.

Sull’iride è possibile anche effettuare una terapia mediante la luce colorata; si irradia solo la superficie dell’iride corrispondente all’organo malato; il colore viene scelto in base a una prova preliminare effettuata stimolando la pupilla con fasci di luce di diverso colore e valutando la intensità e la quantità della risposta.

I risultati migliori si ottengono su ogni tipo di dolore e sulle malattie nervose e psicosomatiche.









Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.