Home
  NUMERO 52
  aggiornato al 1/4/2020

Cosa ti interessa?


Ricerca rapida








Numeri passati:
Le Novita'  Corsi, Fiere Dizionario  Consulenza Gratis

 
IL MEDICO RISPONDE
Ancora sulla psoriasi
Carico tossinico sulla pelle

La psoriasi non è una malattia della pelle, ma una malattia di alcuni organi e funzioni interne, che si manifesta sulla pelle. Ha talora una componente familiare, vale a dire si manifesta più facilmente in membri della stessa famiglia, a causa di una debolezza costituzionale a carico del sistema linfatico della gola e delle vie biliari.

Per curare la psoriasi, occorre occuparsi della risoluzione dei problemi infiammatori cronici della gola e delle insufficienze digestive e metaboliche derivanti da un rallentamento del flusso biliare. La bile è prodotta dal fegato, per allontanare i detriti della demolizione dei globuli rossi avvenuta nella milza, per allontanare l’eccesso di colestrolo e di grassi dal sangue e per aiutare la digestione dei grassi per mezzo degli acidi biliari. È concentrata nella cistifellea e versata in duodeno al momento dei pasti.

La persona affetta da psoriasi ha una cattiva funzionalità biliare e tende alla formazione di calcoli soprattutto biliari, a cattiva digestione, all’aumento dei grassi del sangue e all’aumento della pressione del sangue.

L’altro problema è un’infiammazione cronica della gola e delle gengive, derivante da malattie infantili e non, non ben superate o recidivanti. Quando l’organismo non ce la fa più ad eliminare le tossine attraverso le vie biliari, il sistema linfatico e l’intestino, le espelle attraverso la pelle ed è ciò che vediamo e chiamiamo psoriasi. Parte delle tossine possono essere eliminate attraverso le vie urinarie ed allora possono formarsi sabbia e/o calcoli renali. In parte sono depositate nelle articolazioni ed allora abbiamo i fenomeni di artrite e artrosi psoriasiche.

Spesso le persone affette da psoriasi hanno subìto malattie come la mononucleosi, epatiti, infezioni da tifo e paratifo.

Di seguito una ricetta dei rimedi più importanti da adottare immediatamente

Iniziare con:

  • Fermenturto-lio
    1 flaconcino al mattino prima di colazione per 18 giorni

Proseguire poi con:

  • Enterobacilli Progefarm
    1 bustina prima di colazione al mattino
  • Bifiselle (Bromatech)
    1 cps prima di cena. Conservare in frigorifero. Continuare sino ad esaurire la confezione, poi proseguire con:
  • Ramnoselle (Bromatech)
    1 cps prima di cena. Continuare sino ad esaurire la confezione. Conservare in frigorifero.
  • Soluzione Schoum (Rhone-Poulenc Rorer)
    2 principali somministrazioni, alle 18 e alle 22 circa, per sfruttare i periodi critici rispettivamente dell’attività urinaria e biiliare. Dosaggio: 1 bicchierino negli adulti. Sciogliere sempre il preparato in una uguale quantità di acqua oligominerale. Continuare sino al prossimo controllo
  • Tarassaco o Dente di leone (Fenioux)
    1 cp a ciascuno dei 3 pasti
  • Desmodio ascendens (Fenioux)
    1 cp a colazione e cena
  • Kailing crema (Nume)
    applicare tre volte al dì sul viso o sulle aree cutanee o del cuoio capelluto alterate sino a miglioramento delle alterazioni cutanee. Appena interviene un miglioramento, ridurre la posologia a due applicazioni al dì, al mattino e alla sera.

Indicazioni terapeutiche complementari:

  • Dieta dissociata circadiana
    ciclo di tre settimane, poi alternare con una settimana di:
  • Dieta dissociata settimanale
  • Igiene orale

[a cura del Dott. F. Gazzola]




dal Dizionario della Medicina naturale:




Questo sito offre gratuitamente un servizio culturale informativo generale
sulla medicina naturale o alternativa. Per qualsiasi problema di salute personale
si raccomanda di consultare sempre il proprio medico di fiducia.
NaturalisMedicina CopyRight(C) 1997-2010 Flavio Gazzola.
Organo Ufficiale della Consulta Nazionale di Medicina Naturale.